Internet Time
Cerca con Karate.IT
WebKarate.IT
Sito Ufficiale del Karate Italiano

Today's date:

giovedì 17 ottobre 2019

Aforismi

"Tutti pensano a cambiare l’umanità ma nessuno pensa a cambiare se stesso." -- Lev Tolstoj

Previsioni meteo
Click per aprire http://www.ilmeteo.it

Il Kumite PDF Stampa E-mail

kumite.jpgEspressione artistica, arte guerriera o scherma tattica? Contatto o non contatto? Meglio muoversi o rimanere fermi? Pugni o calci? Esiste ancora la distinzione tra tradizionale e sportivo?
Ritengo, obbiettivamente, sia difficile dare una risposta esauriente a tutte queste domande e alle altre mille che, normalmente, ci poniamo nel momento in cui affrontiamo il problema sul tatami sia in veste di docenti che di discenti. Sicuramente il combattimento nelle arti marziali e nelle discipline di combattimento in genere, è arte affascinante e d'effetto e riscuote ovunque attenzione e interesse anche tra i non praticanti. Riuscire a rapportarsi con il compagno di pratica attraverso delle tecniche di braccia e gambe, dimostrare particolare padronanza e abilità conferisce certamente sicurezza e soddisfazione, ma come combattere? Qual è il migliore metodo per riuscire a essere dei bravi kumiteka?

Devo essere sincero, al contrario del kata dove esiste un metodo di insegnamento più o meno definito, nel kumite, fatte le debite eccezioni, c'è molta improvvisazione. Questo, forse, dipende dal fatto che il kumite è sempre stato visto come un'appendice dei kihon e dei kata ma mai affrontato come effettiva disciplina di combattimento, spuria da convinzioni tecniciste e retoriche. C'è anche da dire, però, che chi ha eliminato completamente il rapporto tecnica-combattimento si trova a scimmiottare, in realtà, una danza aerobica che poco ha a che vedere con il karate. A molti karateka non vengono fatti praticare i kihon e i kata perchè ritenuti "dannosi" alla pratica del kumite sportivo ma questo è un punto ricco di dubbi in quanto, se è pur vero che si riesce a essere più fluidi e dinamici, si perde automaticamente il substrato e la forma del karate. Ciò è inevitabile e si vede!
C'è anche da dire che i più forti campioni di kumite soni veri e seri praticanti di kihon e kata; la loro abilità sta nell'acquisire quella forma indispensabile a procurare sostanza alla tecnica senza cadere nella trappola di schemi e passaggi vincolati a movimenti prestabiliti.
Molto spesso sul tatami si vedono atleti che invece di combattere pare stiano eseguendo il bunkai di un kata: bella tecnica, bella forma, poca sostanza, poca incentività, poca fantasia, poco kumite, perdendo magari l'incontro con un atleta che non ha mai eseguito un kata in vita sua. Non bisogna lasciarsi condizionare dalla tecnica, potrebbe essere controproducente, bisogna farla propria, collimarla. Julius Evola diceva: "cavalcare la tigre" e il concetto calza a pennello. Ho assistito ultimamente a gare di tradizionale ma è stata una pena: grandi posizioni, tutti pugni, una noia mortale, un karate in bianco e nero. Non dimentichiamo che il kumite è espressione tecnica e artistica, è la possibilità di esprimere la propria conoscienza in maniera libera, non vincolata. Il kumite è combattimento, sia che lo facciamo con i punti sia in palestra, e tale deve essere. Per non parlare di un ipotetico kumite che ci potrebbe capitare per strada... chissà come andrebbe a finire! Sono sicuro che questa domanda se la sono posta tutti i praticanti sanza mai riuscire a darsi una risposta convincente. Bhè, si, il kumite inteso come arte marziale è un'altra cosa ed è molto, troppo lontano sia dal kumite sportivo sia da quello di tipo tradizionale e, in un certo senso, la responsabilità di questo è interamente nostra che abbiamo dato e voluto delle piorità logistiche dimenticando, forse, il senso di quello che stavamo facendo: la semplice pratica di una meravigliosa e affascinante arte marziale. Certo occorrerebbero molte ore al giorno per studiare a fondo le varie facce del kumite e i ritmi della vita quotidiana non ce lo consentono, ma cerchiamo di praticare intensamente e serenamente per quel poco tempo che abbiamo a disposizione soffermandoci sui particolari, talvolta dimenticati, da cui prendere spunto e stimoli per un nuovo studio e allenamento. Assaporiamo il kumite, ogni tecnica piazzata è una conquista, non perde l'atleta che ha totalizzato meno punti, ma colui che crede di aver vinto... Forse oggi sono migliorato un pò!

Ludovico Ciccarelli

 

 
Pros. >
Tutti i diritti riservati. © Karate.It E' vietata ogni forma di copia, estrazione, reimpiego, collegamento ed ogni altro uso non espressamente autorizzato di ogni informazione contenuta in tutte le pagine del sito. Per contattarci:
Tutti i marchi © sono di proprietà dei rispettivi titolari, tutti gli altri contenuti sono © Karate.it.
Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità del materiale. Pertanto, non è un prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della L. n. 62 del 7.03.2001.  

All rights reserved. © Karate.it. Any copy,extraction,use,link or other activity inherent the proprietary website's information and not authorized is prohibited. Contact: 
All trademarks are © their respective owners, all other content is © Karate.it.
 
Powered by Joomla

Design by © 2004 karate.it
Annuncio Pubblicitario